Site icon FRANCESCA BONFATTI

Come una Prima(vera) luce

17636744_1150522231723760_8065477072115547186_o

Poesia visiva: Come una Prima(vera) luce_ 2017

Appare

Appare naturale tu volevi il divano etnico che mormorasse pensieri e fruttasse germogli classificandoli in buoni e cattivi volevi un lieto finale

anche in svendita il mobilio s(fogli) abile

ma questo si poteva pre vedere…

Nel mio nascondiglio con il  libro dei fiori pistillo stame petalo corolla numismatica botanica ero nascosta o forse distrattamente dimenticata.
Un tempo espiavo i fiori che nessuno sapeva raccogliere.

*

Il linguaggio segreto dei fiori

Sono i tuoi numeri.
I matti fanno strane congetture vedono combinazioni invisibili
1410 2209 sono i tuoi numeri
principio e fine.
E inizio.

ho acquistato i miei primi occhiali progressivi un prezzo fin troppo caro 666 mi faccia lo sconto il diavolo può aspettare.

Questa casa me l’ha venduta un uomo che mi disse mi chiami al mio cellulare il mio numero è 666… ed io gli risposi di cambiare numero perché il diavolo può aspettare.
conosco i tuoi numeri senza destinazione era il mio viaggio posso giocarmeli
nell’ ultima vita.
I matti fanno strane congetture vedono combinazioni invisibili (se)g(rete).
1410 2209 erano i suoi numeri sono i tuoi numeri
Un principio è una fine è un nuovo inizio.
Ti ricorderai di me?
Qualche anno fa ho preso un’ Ostia sconsacrata era meglio andare all’indirizzo giusto ed abbuffarsi di krapfen erano talmente buoni e piacevano per giunta anche a te.
Il passato crea sempre il futuro solo che non se ne vede per tempo l’ossatura
abbiamo strani occhi!
Una strada per tornare
e così la fine divenne l’inizio era il 22 settembre
All’ indirizzo giusto
Troverai ogni risposta
Perché il passato
Contiene la domanda.

ed é la sola f(orma) di ris(posta).

Ti ricorderai di me?

*

Exit mobile version